Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Qualche nuvola all'orizzonte per l'economia svizzera: in aprile il barometro del Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo (KOF) è sceso a sorpresa a 102,0 punti, contro i 106,3 punti (dato rivisto) di marzo. Gli economisti si attendevano in media una progressione a 106,8 punti. Si tratta del secondo ribasso consecutivo, dopo un incremento nei primi due mesi dell'anno.

Il dato segnalato dall'indicatore rimane comunque al di sopra della media pluriennale, sottolinea il KOF in un comunicato odierno. La congiuntura elvetica continua perciò a svilupparsi in modo favorevole: nei prossimi tempi potrebbe però subentrare un certo rallentamento.

Il quadro economico internazionale è leggermente migliorato, ma non in maniera tale da fornire un ulteriore sostegno all'industria svizzera. Le previsioni sulle esportazioni non sono più così ottimistiche come nei mesi precedenti. E anche il ramo bancario mostra attualmente una lieve debolezza.

Le prospettive per il settore della costruzione, per il ramo alberghiero e della ristorazione, nonché per i consumi non hanno invece praticamente subito variazioni rispetto a marzo. La domanda interna continua a sostenere la congiuntura.

Il KOF presenta il suo barometro come un indicatore che anticipa l'evoluzione dell'economia. Si compone di diversi dati: attualmente comprende 219 sottoindicatori.

SDA-ATS