Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le prospettive per l'economia svizzera sono rimaste sostanzialmente stabili in aprile: il barometro del Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo (KOF) si è attestato a 102,7 punti, 0,1 punti in meno di marzo (indicatore rivisto da 102,5 a 102,8).

Il dato è in linea con le previsioni: gli analisti interrogati dall'agenzia Awp scommettevano su un indice fra 102,0 e 103,1 punti, con una media a 102,8 punti.

In un comunicato odierno gli economisti del KOF interpretano la stabilità dell'indice come l'indicazione di un'evoluzione positiva dell'economia elvetica nei prossimi mesi. Segnali rallegranti giungono soprattutto dall'industria e dal settore alberghiero e della ristorazione, mentre sul fronte opposto si trovano il ramo finanziario, il comparto orientato all'esportazione e il settore della costruzione. Variazioni minime presenta per contro l'indicatore dei consumi privati.

Nel dettaglio, le note positive arrivano soprattutto dall'industria tessile, chimica e alimentare, mentre per il settore della carta e quello delle macchine lo sviluppo si annuncia meno favorevole. In generale per le aziende svizzere è buono il livello di ordinativi e produzione, mentre l'impiego presenta accenti negativi.

Il Centro di ricerca congiunturale del Politecnico presenta il suo barometro come un indicatore che anticipa l'evoluzione dell'economia. Si compone di diversi dati: attualmente comprende 238 sottoindicatori.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS