Tutte le notizie in breve

Il barometro del Centro di ricerche congiunturali del Politecnico di Zurigo (KOF) è nettamente sceso in maggio a 101,6 punti dai 106,3 punti (dato riveduto) di aprile.

L'indicatore rimane comunque leggermente superiore ai valori medi di lungo periodo, che confermano una dinamica in crescita dell'economia svizzera.

Gli esperti consultati dall'agenzia finanziaria AWP avevano pronosticato valori più alti, compresi tra 104,5 e 106,5 punti. Il KOF attribuisce il calo di maggio all'industria. Hanno pesato anche gli indicatori relativi all'andamento delle esportazioni e ai consumi delle economie domestiche e impulsi negativi sono venuti pure dalla finanza e dall'edilizia.

All'interno dell'industria manifatturiera le prospettive si sono offuscate in particolare nei comparti della metallurgia, della carta e dell'elettronica. La tendenza al ribasso, sottolinea il KOF, è stata parzialmente controbilanciata dall'industria alimentare.

Il KOF presenta il suo barometro come un indicatore che anticipa l'evoluzione dell'economia. Si compone di diversi dati e attualmente comprende 272 sotto-indicatori.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve