Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Affari in crescita per Barry Callebaut: nel primo semestre dell'esercizio 2014/2015 (periodo settembre-febbraio) il gigante mondiale della produzione di cioccolato ha realizzato vendite per 3,24 miliardi di franchi, con una progressione su base annua dell'11,6%.

In aumento è anche l'utile netto (+10,7% a 132 milioni) e il risultato operativo Ebit (+8,7% a 219 milioni). Tutte le divisioni hanno contribuito in modo positivo, afferma la società in un comunicato odierno.

In valute locali la crescita del fatturato ha raggiunto il 14,5%, grazie a un incremento dello smercio di prodotti ad alto valore aggiunto e alla progressione del prezzo delle fave di cacao.

In quantità le vendite sono salite del 2,0% a 893'437 tonnellate, con un'impennata nel secondo trimestre (+3,9%) dopo i primi tre mesi più fiacchi (+0,2%). Tutto questo nel quadro di un mercato globale del cioccolato tendenzialmente debole, sottolinea il presidente della direzione Jürgen Steinemann, citato nella nota.

Riguardo al futuro il gruppo si dice ottimista: è prevista un'ulteriore accelerazione dei volumi di vendita nel secondo semestre. L'azienda punterà in modo particolare la sua attenzione sui margini e sui costi, di modo da compensare le difficoltà del mercato.

Le cifre pubblicate oggi sono leggermente superiori alle attese degli analisti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS