Navigation

Barry Callebaut: calo delle vendite nel primo trimestre

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 gennaio 2012 - 10:28
(Keystone-ATS)

Malgrado una crescita dei volumi, Barry Callebaut, leader mondiale nella produzione di alimenti a base di cacao e cioccolato, ha registrato un calo delle entrate nel primo trimestre dell'esercizio 2011-2012 (chiuso il 30 novembre). Il fatturato del gruppo è sceso del 4,1% a 1,3 miliardi di franchi.

In divise locali il giro d'affari è invece cresciuta del 5%, indica oggi in una nota l'azienda con sede a Zurigo. Il gruppo realizza infatti la maggior parte degli affari in moneta estera. Da settembre a novembre il volume delle vendite è progredito del 2,6%, a 362'637 tonnellate.

Sempre oggi Barry Callebaut ha reso noto di aver concluso un accordo con Grupo Bimbo SAB - leader in America latina nel settore della panetteria - per la fornitura di 32'000 tonnellate annue di alimenti a base di cioccolato. L'investimento ammonta a circa 15 milioni di franchi. Per Steinemann, l'accordo conferma la strategia del gruppo, concentrata nei mercati emergenti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?