Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Archeologi hanno trovato i resti di un villaggio bruciato nel 1300 avanti Cristo sulla sponda destra del Reno a Basilea. Si tratta del più antico insediamento umano finora scoperto nella città di confine.

I resti sono stati trovati durante lavori di scavo per la scuola di Jazz alla Utengasse, nel quartiere di Kleinbasel, ha indicato oggi il Dipartimento presidenziale cantonale. I reperti indicano che nell'età del bronzo, 3300 anni fa, nella zona soggetta a inondazioni sorgeva un villaggio. Una parte degli oggetti recuperati - tra cui alcuni vasi ricostruiti come un puzzle da oltre 2500 cocci - saranno visibili fino al 30 novembre nel Museo storico di Basilea.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS