Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli inquirenti sul luogo della sparatoria (archivio)

KEYSTONE/AP/DOMINIQUE SOGUEL

(sda-ats)

Uno dei presunti autori della sparatoria avvenuta a Basilea lo scorso marzo e costata la vita a due persone è stato arrestato nella città renana. Si tratta di un 41enne albanese, ha reso noto oggi la procura di Basilea Città.

L'uomo, che non ha la residenza in Svizzera, resterà in detenzione per i prossimi tre mesi. Stando a quanto detto all'ats da un portavoce del ministero pubblico cantonale, il suo fermo risale già a un paio di settimane fa. Non è ancora chiaro se abbia agito sotto l'influenza di droghe. Un suo connazionale è ricercato a livello internazionale in relazione agli stessi fatti.

Due persone, ritenute da subito originarie dell'Europa dell'est, erano entrate nel 'Café 56' della città renana verso le 20.15 del 9 marzo aprendo il fuoco. Un paio di clienti del locale - due albanesi di 28 e 39 anni - erano morti, mentre un loro concittadino 24enne era rimasto gravemente ferito, ma è sopravvissuto. Gli aggressori si erano poi dati alla fuga.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS