Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Quattro poliziotti feriti dal lancio di pietre e da attacchi laser e almeno 100'000 franchi di danni: è il bilancio di una manifestazione, non autorizzata, svoltasi nel tardo pomeriggio di ieri a Basilea per protestare contro l'esercitazione militare "CONEX 15".

Lo ha indicato oggi la procura cantonale di Basilea Città. Cinque svizzeri di età compresa tra i 18 e i 22 anni e due svizzere di 25 e 26 anni come pure un'austriaca 22enne sono state arrestate. La polizia criminale ha avviato un procedimento per violazione della quiete pubblica, violenza o minaccia contro le autorità e i funzionari, danneggiamento e perturbamento della circolazione pubblica.

Secondo il comunicato del Ministero pubblico diversi edifici sono stati danneggiati con pietre, viti, transenne e bottiglie; ad altri sono stati distrutti vetri delle finestre, porte scorrevoli e vetrine. Inoltre sono stati fortemente danneggiati numerosi veicoli delle guardie di confine e della polizia e un furgoncino. Molte case sono state imbrattate con spray e anche il traffico è stato in parte perturbato.

Ieri sera poco dopo le 19:00, quando il corteo dei manifestanti stava per dissolversi, si sono verificati scontri con la polizia. Le forze dell'ordine hanno sparato proiettili di gomma e ricorso a gas lacrimogeni per proteggersi da "violenti attacchi", ha comunicato questa mattina il dipartimento sicurezza e giustizia del cantone di Basilea Città. Questo ha inoltre indicato che alcuni manifestanti hanno tentato di accecare diversi poliziotti servendosi di laser.

"Bengala e pietre grosse come pugni sono stati lanciati contro gli agenti", indica una nota della polizia. Sedici persone sono state controllate e alcune di loro, che erano a viso coperto e munite di oggetti sospetti, sono state condotte al posto di polizia.

Nell'ambito dell'esercitazione "CONEX 15" l'esercito si allena tra l'altro ad assicurare la protezione dei confini svizzeri.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS