Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

A Basilea non ci sarà un nuovo collegamento pedonale sulla riva sinistra del Reno nella zona della cattedrale, e non sarà costruita neppure una linea di tram fra la stazione tedesca (Badischer Bahnhof) e il nuovo quartiere di Erlenmatt. Entrambe le idee sono state bocciate oggi dai cittadini.

Con il 53,9% dei voti è stata respinta una iniziativa popolare - sostenuta da esponenti dell'intero spettro politico ma combattuta nel nome della protezione del paesaggio e dei monumenti storici - che chiedeva l'allestimento della via pedonale lungo il Reno tra i due ponti denominati Mittlere Brücke e Wettsteinbrücke. Anche nel caso di un "sì" la procedura sarebbe stata ancora lunga: il Cantone avrebbe dovuto elaborare un progetto e sottoporre il relativo credito di nuovo al popolo.

Con una maggioranza del 51,6% è stata respinta la nuova linea di tram fra la stazione tedesca di Basilea e il nuovo quartiere di Erlenmatt. Contro l'opera avevano lanciato il referendum i partiti di destra, giudicando eccessivo spendere 68 milioni di franchi (di cui 12 a carico della Confederazione) per una tranvia lunga solo 1,2 chilometri.

SDA-ATS