Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I votanti di Basilea Città hanno deciso oggi di sopprimere il quorum del 4% per l'elezione al Gran Consiglio. Una modifica in tale senso della Costituzione cantonale è stata accolta con una maggioranza del 56,9%. La partecipazione ha raggiunto il 52,8%.

La soglia di sbarramento, introdotta per le elezioni cantonali del 2012, prevedeva che un partito dovesse raccogliere almeno il 4% dei voti in un circolo elettorale per poter partecipare alla ripartizione dei seggi nel circolo in questione. Basilea Città ne conta cinque.

Un altro sistema vigeva tra il 1994 e il 2012. Un partito doveva allora raccogliere almeno il 5% dei suffragi in un circolo elettorale per poter essere considerato nella ripartizione dei seggi nell'insieme delle circoscrizioni.

Il Gran Consiglio ha riveduto nell'aprile 2016 la legge elettorale sopprimendo la soglia di sbarramento del 4% a partire da metà 2017. Contro la modifica non c'è stato referendum. Per la relativa modifica costituzionale era invece necessario il ricorso alle urne.

I basilesi hanno anche accettato con una maggioranza del 61,7% un credito di 44,6 milioni di franchi per il risanamento e la trasformazione della vecchia caserma, che oggi ospita una scuola e un centro culturale. Il progetto prevede in particolare una messa a norma dello stabile riguardo alla resistenza ai terremoti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS