Navigation

Batterio killer: Francia avverte, non consumare germogli crudi

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 giugno 2011 - 16:19
(Keystone-ATS)

Le autorità francesi raccomandano di non consumare germogli crudi, in seguito alla contaminazione da batterio E.coli a Bordeaux, nel sud-ovest del Paese. È quanto si legge in un comunicato congiunto diffuso oggi dalla Direzione generale della salute (DGS) e dalla Direzione generale della concorrenza, del consumo e della repressione delle frodi (DGCCRF).

Nella nota, i due organismi sottolineano che si tratta di una misura "preventiva". Le autorità precisano inoltre che "solo la cottura ad alta temperatura consente di uccidere batteri come l'E.coli". Infine, la DGS e la DGCCRF chiedono anche "di pulire bene dopo l'uso gli utensili utilizzati per la germinazione dei grani o la loro preparazione culinaria e di lavarsi sempre le mani dopo aver manipolato i germogli".

Circa dieci persone sono ricoverate a Bordeaux a causa di diarree emorragiche o altre complicazioni. Una di loro avrebbe consumato i germogli incriminati lo scorso 14 giugno, e almeno altri sei l'8 giugno, in una zuppa servita a Begles, nella regione di Bordeaux.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?