Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il logo di Bayer

Keystone/AP/MARKUS SCHREIBER

(sda-ats)

Bayer apre a nuove trattative con Monsanto.

Il gruppo tedesco si è detto fiducioso che riuscirà ad appianare le divergenze e a superare le preoccupazioni manifestate dal colosso statunitense dell'agrochimica riguardo ai rischi finanziari e di ordine regolatorio connessi alla transazione.

Monsanto ieri ha respinto l'offerta di acquisto da 62 miliardi di dollari avanzata da Bayer definendola "incompleta e finanziariamente inadeguata" ma si è detta comunque disponibile a "ulteriori trattative costruttive".

L'amministratore delegato di Bayer, Werner Baumann, ha affermato oggi in una nota che intende avviare nuovi colloqui con Monsanto e per gli analisti i toni concilianti di entrambe le parti spianano la strada a un rilancio da parte del gruppo tedesco.

Per la società d'investimento statunitense Jefferies, l'offerta di Bayer potrebbe salire dagli attuali 122 dollari ad azione a 140 dollari e una eventuale unione tra i due gruppi potrebbe portare a una crescita dei profitti a due cifre nel medio termine.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS