Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un pozzo petrolifero in California

KEYSTONE/AP/JAE C. HONG

(sda-ats)

Il calo dei prezzi petroliferi è un segnale di rallentamento dell'attività economica globale.

Lo afferma la Banca centrale europea (Bce) nell'anticipazione del Bollettino economico, spiegando che "mentre nel 2014 gran parte del calo del prezzo del petrolio potrebbe essere spiegata con il significativo aumento dell'offerta di greggio, più recentemente il prezzo più basso è il riflesso del calo della domanda globale".

La Bce avverte che "anche se il prezzo basso del petrolio può sostenere la domanda interna grazie all'aumento dei redditi reali nei Paesi importatori, questo non necessariamente potrebbe compensare gli effetti più ampi dell'indebolimento della domanda globale".

Nel rapporto si evidenzia come il rovescio della medaglia a livello internazionale sia che molti Paesi esportatori di greggio hanno sperimentato una recessione "grave", tenuto conto che l'indebolimento della domanda globale ha avuto ricadute su altre economie emergenti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS