Navigation

Bce: economisti migliorano Pil Ue-17, +1,7% in 2011

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 maggio 2011 - 10:23
(Keystone-ATS)

Le nuove previsioni degli economisti privati indicano una crescita e un'occupazione in miglioramento per i 17 Paesi dell'area euro. È quanto emerge dalla 'Survey of Professional Forecasters' della Banca centrale, che sintetizza le stime di 55 esperti raccolte fra il 15 e il 19 aprile.

Le nuove stime danno la crescita dell'area euro all'1,7% nel 2011 (dal precedente 1,6%), lasciando il 2012 inalterato a 1,7%. Il tasso di disoccupazione è migliorato al 9,8% nel 2011 (in precedenza 9,9%) e al 9,5% nel 2012 (in precedenza 9,6%), e in calo ulteriore all'8,2% più a lungo termine (2015).

Rialzo anche per le stime d'inflazione nell'area euro. da parte degli economisti privati: il rincaro dovrebbe attestarsi al 2,5% nel 2011v (1,9% in precedenza) e all'1,9% nel 2012 (da 1,8%). Previsioni confermate al 2% nel lungo termine (indicativamente il 2015).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?