Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il ministro tedesco delle finanze Wolfgang Schäuble

KEYSTONE/EPA/OLIVIER HOSLET

(sda-ats)

Il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schäuble, vede dei segnali che fanno pensare a una fine della politica monetaria ultraespansiva della Bce.

"Dal momento che la situazione economica nell'Eurozona nel complesso è migliorata e il timore di una deflazione è scomparso, ci sono allusioni provenienti dal comitato esecutivo della Bce, secondo cui lì si vuole avviare gradualmente l'uscita dalla politica monetaria ultraespansiva. Questa sarà la strada giusta", ha detto Schäuble in un'intervista alla Passauer Neue Presse.

La Bce, ha affermato, deve tener conto di 19 Paesi che si trovano purtroppo in situazioni economiche molto differenti. "Se fossero tutti così efficienti come la Germania, il tasso di interesse sarebbe di sicuro diverso, ma stiamo lavorando affinché gli altri migliorino", ha detto il ministro tedesco. "Sono fiducioso che in Francia, con un presidente Macron, ci saranno dei progressi. In Italia siamo sulla strada giusta. Anche la Grecia si sta sviluppando meglio di 1-2 anni fa", ha aggiunto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS