Navigation

Bce sta pensando a una bad bank per i prestiti tossici?

La Bce si muove fra le nebbie insidiose della finanza. KEYSTONE/DPA/BORIS ROESSLER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 10 giugno 2020 - 16:00
(Keystone-ATS)

La Banca centrale europea (Bce) starebbe preparando una cosiddetta "bad bank" per gestire centinaia di miliardi di euro di prestiti bancari tossici, che potenzialmente non verranno ripagati a causa dello shock pandemico.

Lo scrive l'agenzia Reuters sul suo sito web citando due fonti vicine alla situazione.

Lo scopo sarebbe mettere le banche al riparo dall'onda lunga della crisi, con la disoccupazione in rialzo e le difficoltà delle imprese che faranno balzare i crediti deteriorati. La Bce avrebbe creato una task force per valutare il progetto, e i lavori sarebbero accelerati nelle ultime settimane, consultando gli istituti di credito e le istituzioni Ue. L'istituto di Francoforte non ha commentato queste voci.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.