Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Un 74enne proprietario di una barca è al centro delle indagini in relazione all'incidente costato la vita l'11 luglio ad una 24enne sulle acque del lago di Bienne. Durante gli interrogatori l'uomo ha però dichiarato di non aver nulla a che fare con la vicenda.
La ragazza era stata travolta e uccisa da un motoscafo mentre si trovava a bordo di un canotto pneumatico con il suo compagno, rimasto illeso. Il proprietario del natante aveva continuato il suo viaggio senza preoccuparsi della vittima.
Il 74enne ha ammesso di essere stato sul lago nel giorno dell'incidente, ma di non aver visto niente, hanno comunicato oggi il giudice istruttore competente e la polizia cantonale. Anche i due passeggeri affermano di non essersi accorti di nulla. Per questo motivo la polizia ha disposto ulteriori accertamenti, i cui risultati non sono ancora disponibili. Il natante del 74enne, del tipo Boesch, è stato sequestrato e portato via martedì. La ricerca di eventuali tracce sulla barca è molto complessa, scrivono le autorità.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS