Navigation

BE: insegnanti in piazza per ottenere migliori condizioni di lavoro

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 novembre 2010 - 18:13
(Keystone-ATS)

BERNA - Circa 4000 insegnati bernesi - un terzo del totale - hanno manifestato oggi a Berna per ottenere migliori condizioni di impiego. I docenti hanno criticato l'aumentato carico di lavoro e chiesto un miglioramento delle prospettive salariali, in particolare per i più giovani.
Solo dando nuovamente valore alla professione sarà possibile prevenire un aggravamento della penuria di personale, hanno affermato diversi oratori intervenuti. I docenti devono accollarsi sempre nuovi compiti, come l'integrazione dei ragazzi o l'insegnamento individualizzato. Sugli striscioni si poteva leggere slogan come "no a un grounding dei maestri" o "costruiamo il futuro, ma non gratis".
Per il 2011 sono stati chiesti la piena compensazione del rincaro e un aumento della massa salariale dell'1,5%. I manifestanti hanno fatto anche sapere di essere pronti a ricorrere a misure più incisive per difendere i loro interessi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.