Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sei operai cinesi senza permesso di lavoro sono stati scoperti dalle autorità competenti del canton Berna presso lo stabilimento Baoshida Swissmetal di Reconvilier (BE) e Dornach (SO).

La notizia, diffusa dalla radio RTS, è stata confermata oggi nel tardo pomeriggio all'ats dal capo ispettore cantonale del controllo del mercato del lavoro Stefan Hirt.

"Tre persone lavoravano a Reconvilier e tre a Dornach", ha precisato Hirt: si tratta operai cinesi che sono stati forniti da una società straniera.

Nel corso di un controllo da parte degli ispettori del lavoro i sei non sono stati in grado di fornire le necessarie autorizzazioni rilasciate dalle autorità elvetiche. Stando all'emittente romanda, erano solo in possesso di un visto business che li autorizza a compiere affari in Svizzera ma non a lavorare.

Gli ispettori hanno immediatamente segnalato il caso alla polizia che ha poi trasmesso il dossier alla direzione cantonale dell'economia pubblica, ha precisato Hirt.

Si tratta di operai fatti venire in Svizzera per trasferire una pressa dal sito solettese a quello del Giura bernese nell'ambito del raggruppamento delle attività a Reconvilier, avviato dopo l'acquisto di Swissmetal da parte del gruppo cinese Baoshida.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS