Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Via libera del Gran Consiglio bernese al credito di 1,74 milioni per il passaggio del Tour de France a Berna i prossimi 18 e 20 luglio. Il Legislativo ha accolto oggi la proposta del governo cantonale con 104 voti contro 30.

Per i tre giorni di presenza della competizione ciclistica sono previsti costi per la preparazione del percorso, la segnaletica e la sicurezza.

Il Tour è considerato il terzo più importante avvenimento sportivo al mondo, dopo le Olimpiadi e i Mondiali di calcio. Il 18 luglio, la carovana entrerà in territorio confederato dal Giura francese, passando per la Val-de-Travers (NE), Neuchâtel, Ins (BE), Kerzers (FR) e Köniz (BE), fino alla via che costeggia lo stadio dove è previsto l'arrivo della tappa. L'indomani sarà una giornata di riposo e quindi, il 20 luglio, è in programma la prima tappa alpina, che porterà i ciclisti dalla città federale fino alla diga del Lac d'Emosson, in Vallese.

Negli ultimi 40 anni il Tour ha fatto diverse incursioni in territorio elvetico: Basilea (1982), Crans-Montana (1984), Ginevra (1990), Friburgo (1997), Neuchâtel/La Chaux-de-Fonds (1998), Losanna (1978 e 2000), Verbier (2009) e Porrentruy (2012).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS