Il cadavere di una neonata è stato trovato ieri presso la centrale elettrica tedesca di Albbruck-Dogern, sul Reno, al confine con la parte settentrionale del canton Argovia. Gli inquirenti presumono che la piccola sia stata uccisa subito dopo la nascita.

Lo ha riferito oggi la polizia cantonale argoviese precisando che secondo il medico legale tedesco il bebè è deceduto tra i 7 e i 10 giorni prima del ritrovamento.

Dato l'alto livello del Reno e dei suoi affluenti la polizia non riesce a stabilire se la neonata sia stata gettata in acqua in Svizzera oppure in Germania.

Gli inquirenti tedeschi, assieme alla procura argoviese ed alla polizia cantonale, stanno cercando dai due lati del confine segnalazioni di una donna recentemente incinta che sostenga di aver perso il suo piccolo.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.