Navigation

Beirut: governo conferma, esplosivo sequestrato 6 anni fa

Un'immagine satellitare della zona del porto di Beirut dov'è avvenuta l'esplosione che ha fatto almeno 100 morti e migliaia di feriti. KEYSTONE/AP sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 05 agosto 2020 - 17:03
(Keystone-ATS)

Il ministro dell'Interno libanese Mohammed Fehmi ha confermato che il materiale "estremamente volatile", il nitrato di ammonio, che ha dato origine alle esplosioni di ieri a Beirut erano state immagazzinate in un locale all'interno del porto sei anni fa, nel 2014.

Il materiale - riporta il sito del quotidiano libanese An-nahar citando il ministro - "era stato confiscato a una nave con bandiera moldava in rotta verso una destinazione sconosciuta in bizzarre circostanze".

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.