La Corte d'appello di Bruxelles ha stabilito che l'ex re del Belgio Alberto II dovrà pagare 5 mila euro di multa per ogni giorno in cui si rifiuterà di fornire il suo dna.

La decisione presa oggi è in relazione al caso Delphine Boël, la donna che da anni sostiene di essere figlia illegittima del reale belga.

Stando a quanto scrive l'agenzia Belga lo scorso 25 ottobre, la Corte d'appello di Bruxelles aveva già emesso una sentenza nella quale chiedeva ad Alberto II il test del dna e aveva dichiarato che Jacques Boël non era il padre legale di Delphine Boël.

Alberto II, 84 anni, non ha mai negato pubblicamente di essere suo padre ma si è sempre rifiutato di fornire il dna. Ha abdicato in favore di suo figlio Philippe nel 2013 per motivi di salute.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.