Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BRUXELLES - In Belgio il leader del partito separatista fiammingo (N-Va) Bart De Wever,vincitore delle elezioni nella regione delle Fiandre, ha cominciato oggi le consultazioni su mandato di re Alberto II, con l'obiettivo di arrivare alla formazione di un governo di coalizione, possibilmente entro la fine del mese di agosto.
Le consultazioni continueranno mentre dal primo luglio il Belgio raccoglierà dalla Spagna il testimone della presidenza di turno dell'Unione europea. Per gli affari correnti resterà in carica il governo del premier uscente, il cristiano-democratico Yves Leterme. De Wever riceve oggi i rappresentanti più significativi del mondo politico, economico e civile belga per stabilire le priorità del nuovo governo.
"Non ho intenzione di condurre discussioni senza fine", ha dichiarato De Wever, aggiungendo che interpellerà i rappresentanti delle parti politiche e sociali su tre problemi principali: la situazione finanziaria (il Belgio è uno dei paesi della Ue a più alto indebitamento pubblico), le riforme istituzionali (la convivenza fra le comunità francofona e fiamminga è stata all'origine anche dell'ultima crisi politica) e il rafforzamento del tessuto economico e sociale.
"Sulla base dei risultati di questi colloqui, deciderò se la fase seguente della formazione di un nuovo governo potrà essere avviata", ha detto De Wever. Secondo molti osservatori, il mandato esplorativo al leader fiamminga separatista potrebbe aprire la strada a un incarico governativo al socialista Elio Di Rupo, il cui partito ha vinto nella regione francofona della Vallonia diventando la prima formazione politica del Paese. Sarebbe una svolta per il Belgio, dove da 30 anni alla guida del Paese si susseguono solo leader fiamminghi.

SDA-ATS