Navigation

Belgio: fallita ennesima mediazione, è sempre più crisi

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 gennaio 2011 - 09:07
(Keystone-ATS)

Sempre più profonda la crisi politica in Belgio, dalle elezioni del giugno scorso alla ricerca di un nuovo governo. Il nuovo tentativo di mediazione tra partiti fiamminghi e francofoni è infatti definitivamente fallito.

Ieri sera ll mediatore, il senatore socialista fiammingo Johan Vande Lanotte, è andato al Palazzo reale e rassegnare le dimissioni nelle mani del Re Alberto II. Quest'ultimo le ha accettate e oggi riprende le consultazioni per un nuovo incarico.

Tutti i tentativi di trovare la via di uscita a una crisi che ormai dura da 227 giorni si sono rivelati inutili. Questo nonostante la voce della piazza che domenica scorsa - in una delle più grandi manifestazioni mai viste nel Paese - ha reclamato con forza la fine dell'impasse politica.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?