Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sempre più profonda la crisi politica in Belgio, dalle elezioni del giugno scorso alla ricerca di un nuovo governo. Il nuovo tentativo di mediazione tra partiti fiamminghi e francofoni è infatti definitivamente fallito.

Ieri sera ll mediatore, il senatore socialista fiammingo Johan Vande Lanotte, è andato al Palazzo reale e rassegnare le dimissioni nelle mani del Re Alberto II. Quest'ultimo le ha accettate e oggi riprende le consultazioni per un nuovo incarico.

Tutti i tentativi di trovare la via di uscita a una crisi che ormai dura da 227 giorni si sono rivelati inutili. Questo nonostante la voce della piazza che domenica scorsa - in una delle più grandi manifestazioni mai viste nel Paese - ha reclamato con forza la fine dell'impasse politica.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS