Navigation

Belgio: falliti colloqui governo; re avvia consultazioni

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 settembre 2010 - 16:42
(Keystone-ATS)

BRUXELLES - Dopo il fallimento dei negoziati condotti dal leader socialista Elio Di Rupo, che ieri sera ha rimesso il proprio incarico nelle mani del re, Alberto II ha avviato consultazioni con le sette forze politiche fiamminghe e francofone per cercare una via d'uscita all'impasse politica che dura ormai da tre anni e che interviene nel bel mezzo del semestre di presidenza belga della Ue.
Il re si è riservato di accettare le dimissioni di Di Rupo dall'incarico di "pre formatore" di un nuovo governo, alla luce dell'esito delle sue consultazioni. Di Rupo ha comunque confermato l'abbandono dell'incarico.
Dopo il fallimento del presidente francofono del Ps, è molto probabile che la palla ripassi nel campo dei fiamminghi, in particolare di Bart De Wever. Il leader della formazione nazionalista N-va, che ha vinto nelle Fiandre nelle elezioni politiche del 13 giugno scorso, che ha già svolto le funzioni di negoziatore all'indomani del voto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.