Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BRUXELLES - Dopo il fallimento dei negoziati condotti dal leader socialista Elio Di Rupo, che ieri sera ha rimesso il proprio incarico nelle mani del re, Alberto II ha avviato consultazioni con le sette forze politiche fiamminghe e francofone per cercare una via d'uscita all'impasse politica che dura ormai da tre anni e che interviene nel bel mezzo del semestre di presidenza belga della Ue.
Il re si è riservato di accettare le dimissioni di Di Rupo dall'incarico di "pre formatore" di un nuovo governo, alla luce dell'esito delle sue consultazioni. Di Rupo ha comunque confermato l'abbandono dell'incarico.
Dopo il fallimento del presidente francofono del Ps, è molto probabile che la palla ripassi nel campo dei fiamminghi, in particolare di Bart De Wever. Il leader della formazione nazionalista N-va, che ha vinto nelle Fiandre nelle elezioni politiche del 13 giugno scorso, che ha già svolto le funzioni di negoziatore all'indomani del voto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS