Navigation

Berlino, via allerta viaggi 27 paesi europei

Un'immagine della dogana di Kreuzlingen dopo la riapertura senza restrizione della frontiera ai turisti da oggi tra Germania e Svizzera KEYSTONE/GIAN EHRENZELLER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 15 giugno 2020 - 12:58
(Keystone-ATS)

La scorsa notte il governo tedesco ha eliminato l'allerta sui viaggi per 27 Paesi europei, fra cui la Svizzera. Si tratta di un atto che riapre i flussi turistici fra la Germania e gran parte d'Europa.

Il cosiddetto "sconsiglio", imposto anche rispetto allo spazio Schengen a causa del Coronavirus il 17 marzo scorso, viene sostituito da avvisi per i diversi Stati. Alcuni Paesi devono aspettare ancora: come nel caso della Spagna, la Finlandia e la Norvegia.

Il governo tedesco conta di eliminare l'allerta sui viaggi per i Paesi non europei entro la fine di agosto. Lo ha ribadito oggi in conferenza stampa la portavoce del ministro degli Esteri Maria Adebahr, rispondendo a una domanda. "Con alcuni Paesi, come la Turchia, sono già in corso colloqui".

La portavoce ha spiegato che, dopo l'accordo non facile raggiunto con i Paesi dell'Ue e gli associati Schengen - nella notte lo 'sconsiglio' è stato eliminato nei confronti di 27 Paesi in Europa - verso gli altri Paesi "mancano ancora alcuni passi indispensabili". "Verificare la situazione pandemica, se si effettuano i test, se c'è una quarantena, e gli altri parametri. Non è facile", ha aggiunto.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.