Tutte le notizie in breve

L'ambasciatrice svizzera a Berlino è stata convocata oggi dal Ministero degli esteri tedesco per avere delucidazioni in merito allo svizzero arrestato venerdì scorso con l'accusa di spionaggio.

KEYSTONE/AP/MICHAEL SOHN

(sda-ats)

L'ambasciatrice svizzera a Berlino è stata convocata oggi dal Ministero degli esteri tedesco per avere delucidazioni in merito allo svizzero arrestato venerdì scorso con l'accusa di spionaggio.

L'uomo, un 54enne arrestato a Francoforte sul Meno, è sospettato di aver spiato le autorità fiscali tedesche. La Procura federale di Karlsruhe (D) lo accusa di aver agito per il Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC).

"Nell'interesse dell'amicizia fra Germania e Svizzera è stato deciso di chiedere chiarimenti", ha affermato il Ministero degli steri tedesco.

Il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) ha confermato la notizia, inizialmente data dall'agenzia AFP. Il portavoce Jean-Marc Crevoisier ha detto all'ats che era giunto il momento di uno scambio di informazioni fra Berlino e Berna.

Oggi il consigliere federale Guy Parmelin ha evitato di rispondere alle domande sul caso, limitandosi a dire di aver preso conoscenza della questione: "non voglio, né posso, interferire con le indagini in corso in un Paese amico", ha dichiarato.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve