Navigation

Berna: 2000 manifestanti contro attacco turco in Siria

Da diverse settimane a Berna e diverse altre città svizzere si tengono manifestazioni contro l'offensiva turca nel nord della Siria (foto rappresentativa) KEYSTONE/ADRIAN REUSSER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 26 ottobre 2019 - 18:07
(Keystone-ATS)

Circa 2000 persone hanno manifestato oggi a Berna contro l'offensiva militare turca nel nord della Siria. La manifestazione si è svolta all'insegna della solidarietà nei confronti della popolazione del Rojava, le aree di autogoverno curdo della Siria settentrionale.

La protesta curda è stata sostenuta da numerose organizzazioni, tra cui sindacati, gruppi autonomi di sinistra e partiti svizzeri. Per gli organizzatori il numero di partecipanti si attestava attorno agli 8000.

I manifestanti hanno condannato "la guerra della Turchia contraria al diritto internazionale" e hanno richiesto l'intervento della Svizzera affinché faccia pressione in seno all'ONU per ottenere un cessate il fuoco immediato e stabilire una zona d'interdizione al volo nel nord della Siria.

La Confederazione, secondo i manifestanti, dovrebbe inoltre sospendere l'accordo di libero scambio negoziato con il governo turco, imporre sanzioni nei confronti di Ankara e bloccare la fornitura di materiale bellico.

Il raduno sulla Piazza Federale è stato preceduto da un corteo - in alcuni momenti movimentato con fumogeni, petardi e persone a volto coperto - attraverso il centro città. Da settimane in diverse città della Svizzera si tengono manifestazioni per protestare contro l'intervento militare turco nel nord della Siria, iniziato lo scorso 9 ottobre.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.