Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Restauro delle opere

KEYSTONE/ANTHONY ANEX

(sda-ats)

Dopo una lunga vertenza ereditaria, sono giunti al Kunstmuseum di Berna i primi 220 quadri del lascito di Cornelius Gurlitt. Dopo i lavori di restauro, una parte dei dipinti verrà esposta al pubblico questo autunno.

I visitatori del museo possono assistere da una grande finestra ai lavori di restauro per i quali il museo ha dovuto approntare spazi ad hoc.

Le opere del legato appartenevano al collezionista d'arte Cornelius Gurlitt, che le aveva nascoste nel suo appartamento di Monaco di Baviera e in un casa a Salisburgo. I quadri erano stati acquisiti dal padre di Cornelius, un noto commerciante d'arte che aveva fatto affari con i nazisti prima e durante la Seconda Guerra mondiale.

Del tutto inaspettatamente, Cornelius Gurlitt ha lasciato in eredità le opere al Kunstmuseum prima della sua morte avvenuta nel 2014. Da allora si cerca di acclarare l'origine dei dipinti: per quelli sospetti - rubati o acquistati a un valore molto inferiore al prezzo di mercato - è prevista la restituzione ai legittimi proprietari o agli eredi.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS