Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il muro del Parco degli orsi di Berna, inaugurato nel 2009, deve già essere riparato a causa di un difetto di costruzione. I plantigradi potranno stare all'aria aperta durante i lavori.

Alcune tracce di erosione sono state scoperte sulla parte superiore del muro di cinta e sul muro laterale, ha affermato l'architetto della città Thomas Pfluger, confermando informazioni apparse oggi sul quotidiano "Der Bund". Una parte dei lavori di rifacimento, relativamente semplici, saranno realizzati quest'estate e dovrebbero terminare l'anno prossimo.

La corona superiore del muro necessita invece di un intervento più considerevole, uno strato di 25 centimetri dovrà infatti esser eliminato e rimpiazzato con del cemento resistente al gelo. Il muro attuale lascia passare l'acqua. Secondo un esperto il problema, da tempo conosciuto, è dovuto ad un difetto di costruzione. La città e l'impresa che ha effettuato i lavori hanno già trovato un accordo.

Per la città i costi di riparazione ammonteranno a 250'000 franchi, che secondo Pfluger corrisponde al 25-30% dell'importo totale. Le spese legate al nuovo parco avevano già fatto discutere: i costi previsti erano di 9,7 milioni di franchi, la fattura finale era balzata a 21 milioni. La scorsa settimana i responsabili hanno annunciato l'intenzione di ingrandire l'area.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS