Navigation

Berna: incendio Lesbo; 300 persone chiedono evacuazione campo Moria

La manifestazione, organizzata da Giovani Verdi e Gioventù socialista, ha riunito circa 300 persone a Berna KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA VALLE sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 10 settembre 2020 - 15:59
(Keystone-ATS)

Circa 300 persone si sono date appuntamento oggi davanti alla stazione principale di Berna per chiedere l'evacuazione del campo profughi Moria, sull'isola greca di Lesbo, in seguito agli incendi che hanno devastato il centro.

Gli oratori hanno domandato un cambiamento radicale nella politica europea in materia di migranti. Questa, a loro avviso, non dovrebbe avere come obiettivo quello di lottare contro i rifugiati, ma contro i motivi che li spingono a lasciare il loro Paese d'origine. Dopo il tragico episodio di Lesbo le autorità devono "aprire gli occhi e mostrare umanità", hanno scandito i manifestanti. Su alcuni striscioni si potevano leggere slogan del tipo "Refugees welcome" ("Benvenuti rifugiati").

Tale manifestazione "spontanea" è stata organizzata dai Giovani Verdi svizzeri e della Gioventù socialista svizzera, con l'autorizzazione delle autorità bernesi. I dimostranti hanno seguito l'appello degli organizzatori a portare la mascherina.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.