Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La polizia ha fermato e proceduto a un controllo d'identità su un centinaio di tifosi dell'HC Bienne che si stavano recando ad assistere al "derby bernese" di disco su ghiaccio tra la loro squadra e il Berna. La loro colpa? Aver utilizzato un treno della S-Bahn e aver voluto camminare tra la stazione di Berna-Wankdorf e la pista di ghiaccio, distante circa 900 metri.

In una nota diffusa oggi, la polizia cantonale bernese comunica che "come previsto" la maggioranza dei tifosi biennesi ha viaggiato a bordo di un treno speciale per poi salire sui bus che li attendevano alla stazione di Berna-Wankdorf.

Un centinaio di supporter sono però arrivati nella capitale a bordo di un convoglio della S-Bahn e hanno in seguito ignorato gli ordini di salire sui bus speciali. Poco prima della Guisanplatz (dove si trova la pista di ghiaccio, ndr), 98 persone sono state fermate per essere sottoposte a un controllo d'identità. Tutto si è svolto nella calma e nessuno è stato trattenuto.

Al termine del controllo - verso le 19.45, in contemporanea con il fischio d'inizio della partita - al suolo sono stati ritrovati diversi passamontagna, petardi artigianali, protezioni dentarie e una piccola quantità di stupefacenti. I proprietari di questi oggetti non hanno potuto essere identificati.

Al termine dell'incontro non è stato segnalato alcun incidente. Il viaggio di ritorno dei tifosi biennesi "si è svolto secondo le condizioni imposte", conclude la nota della polizia.

Per la cronaca, il Bienne ha vinto la partita per 5 a 1.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS