Navigation

Berset: tracciamento contagi responsabilità Cantoni

Tenere sotto controllo le catene di infezioni è fondamentale, secondo il consigliere federale Alain Berset. KEYSTONE/PETER KLAUNZER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 09 maggio 2020 - 09:27
(Keystone-ATS)

Il tracciamento delle catene di contaminazione da coronavirus è responsabilità dei Cantoni, ha assicurato oggi alla stampa il consigliere federale Alain Berset. Secondo lui, la legge sulle epidemie gli dona la competenza in materia.

I Cantoni stanno già lavorando sulla questione, ha aggiunto il ministro dell'interno ai giornali del gruppo Tamedia. Bisogna ad ogni costo impedire la perdita di controllo sulle catene di infezioni, ha detto ancora.

Seguire i contagi è al momento possibile grazie al basso numero di nuovi infetti, ha sottolineato il friburghese. È però anche importante chiedersi cosa potrebbe succede in autunno, con una potenziale seconda ondata: "i Cantoni devono prepararsi adesso".

Gruppo Covid-19 inquieto

Matthias Egger, capo del gruppo di lavoro Covid-19 della Confederazione, osserva dal canto suo con una certa inquietudine la mole degli allentamenti previsti per la settimana prossima.

La preoccupazione è fra le altre cose dovuta a un possibile non rispetto delle regole in vigore. "C'è il rischio di un nuovo aumento dei casi di coronavirus", ha detto ieri sera alla SRF. "Rispettate le regole", ha ribadito a tutti i cittadini, "non è ancora finita".

Secondo Egger, l'aumento dei test, la ricerca dei contatti delle persone malate e la nuova app che permetterà di farlo sono molto importanti. "Prima l'applicazione sarà disponibile, meglio sarà", ha detto. Il lancio non è previsto prima di giugno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.