Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Berset a Parigi, per lotta comune contro sfide mondiali

Scambio di saluti tra Berset e il presidente francese Macron prima della cerimonia per il centenario della fine della Prima guerra mondiale.

(sda-ats)

Il presidente della Confederazione Alain Berset ha auspicato oggi una lotta comune per far fronte alle sfide globali del ventunesimo secolo.

"Dobbiamo lavorare insieme in modo positivo, creativo e credibile per trovare soluzioni a queste sfide a livello internazionale", ha affermato ai microfoni della radio-tv romanda RTS poco dopo aver partecipato al Forum per la pace di Parigi.

Mentre il presidente francese Emmanuel Macron e la cancelliera tedesca Angela Merkel si sono detti molto preoccupati per l'ascesa del nazionalismo e la messa in discussione del progetto di pace europeo, Alain Berset si è dichiarato meno allarmista. Pur non vedendo guerre all'orizzonte, ha ammesso similitudini con la crisi del 1929: "Dieci anni dopo una delle peggiori crisi che abbiamo mai vissuto, ci sono ancora una volta movimenti di instabilità e di ripiegamento su sé stessi", ha osservato il consigliere federale socialista.

Ma per Alain Berset la situazione attuale non è così drammatica come negli anni Trenta. Non c'è una grave crisi economica", rileva. "Il tasso di disoccupazione, per noi e per gli altri, è molto basso". E poi, "c'è una consapevolezza che dovrebbe permetterci di vedere che abbiamo una responsabilità comune".

La maggior parte dei problemi globali, come la lotta contro il cambiamento climatico, le disuguaglianze e la crisi migratoria, trascendono i confini nazionali", prosegue Berset. "E quindi dobbiamo essere in grado di rispondere insieme a queste sfide.

Per raggiungere l'obiettivo, il consigliere federale ritiene che siano necessarie istituzioni internazionali "affidabili e solide" e "non distaccate dagli Stati".

Interrogato sulla presenza della Svizzera alle cerimonie di commemorazione del centenario dell'armistizio del 1918, anche se non ha combattuto nella Prima guerra mondiale, Alain Berset ha detto di essere "molto toccato". Anche perché la Svizzera non era stata invitata al 50esimo anniversario.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.