Tutte le notizie in breve

Il Cremlino ritiene "assolutamente inaccettabile" la sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo.

Questa ha condannato la Russia a pagare tre milioni di euro accusandola di non aver preso misure adeguate a prevenire l'assedio di un commando di terroristi nella scuola di Beslan, nel settembre del 2004, in cui hanno perso la vita 330 persone.

"Per un paese che è stato attaccato diverse volte dai terroristi - ha detto il portavoce di Putin, Dmitri Peskov - e purtroppo la lista di tali paesi cresce regolarmente, tali formulazioni sono assolutamente inaccettabili".

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve