Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'erogazione della elettricità è stata sospesa ieri a Betlemme (Cisgiordania) per quattro ore dalla Compagnia israeliana della corrente elettrica secondo cui l'Anp ha accumulato nei suoi confronti un debito di 1,7 miliardi di shekel, circa 400 milioni di euro.

La stessa compagnia ha preannunciato che nelle prossime due settimane sospenderà di volta in volta l'erogazione dell'elettricità anche in altre località della Cisgiordania "per impedire che i debiti nei suoi confronti continuino a salire".

Il provvedimento ha sollevato sentimenti di protesta nella stampa palestinese che parla di una "punizione collettiva" nei confronti della popolazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS