Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PARIGI - "Grande soddisfazione e sollievo" sono stati espressi dalla miliardaria erede dell'Oréal, Liliane Bettencourt, per il 'no' della giustizia francese alla richiesta della figlia di affidarla a un giudice tutelare, un passo che a suo avviso l'avrebbe privata della sua "libertà".
Ieri, la procura ha respinto la domanda a causa dell'assenza di un certificato medico della miliardaria. Da mesi la figlia Françoise Bettencourt-Meyers chiede ai giudici di salvare la madre dalle sgrinfie del fotografo "dandy" François-Marie Banier, sospettato di aver approfittato della debolezza psicologica dell'anziana signora per farsi "regalare" un miliardo di euro sotto forma di quadri, assicurazioni sulla vita, assegni.
"Chiedo a mia figlia di avere la decenza di aspettare il giorno della mia morte per sapere cio' che avro' liberamente scritto nel mio ultimo testamento", ha fatto sapere la miliardaria.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS