Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PARIGI - Florence Woerth, moglie del ministro del Lavoro francese Eric Woerth, coinvolta nello scandalo legato al patrimonio dell'ereditiera L'Oréal Liliane Bettencourt, ha "sollecitato" la procura di Nanterre, titolare del caso, per "essere ascoltata al più presto", per poter "contestare, punto per punto, le affermazioni diffamatorie di cui è stata vittima". Lo ha reso noto il suo avvocato, Antoine Beauquier.
La donna, che dopo lo scoppio dello scandalo ha lasciato il suo posto di lavoro nella società di gestione Clymene, amministratrice del patrimonio Bettencourt, "ha scritto al procuratore della Repubblica di Nanterre per descrivergli le condizioni della sua assunzione (che qualcuno sospetta sia stata legata dalla posizione del marito, ai tempi ministro del Bilancio, ndr.) e le funzioni che ha esercitato presso Clymene".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS