Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PARIGI - Il ministro del Lavoro, Eric Woerth, che presto sara' interrogato dalla polizia francese per spiegarsi sulle condizioni di assunzione della moglie Florence nella societa' che gestisce gli investimenti dell'erede dell'Oreal Liliane Bettencourt, ha detto di non aver "nessuna intenzione di dimettersi".
"Non ho nessun problema di morale, di deontologia, non ho alcuna intenzione di dimettermi", ha affermato Woerth intervistato dalla radio Europe 1. "Non ho mai chiesto l'assunzione di mia moglie", ha ribadito, aggiungendo: "Non ho mai chiesto niente riguardo alla mia consorte". E ancora: "Mia moglie è assunta normalmente in un lavoro che corrisponde al suo percorso professionale".
Eric e Florence Woerth saranno convocati dagli inquirenti in "tempi brevi, nel quadro delle indagini preliminari sui contenuti dei nastri clandestini del maggiordomo della Bettencourt, da cui emergono sospetti di evasione e conflitto di interessi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS