Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La commissione dell'economia e dei tributi degli Stati non demorde: con 6 voti contro 5 e 1 astenuto, propone al suo consiglio di mantenere il controverso divieto di vendita di bevande alcoliche fra le 22:00 e le 06:00. Il Nazionale, durante la recente sessione autunnale, aveva invece espresso un parere opposto.

La maggioranza della commissione degli Stati è convinta che questa misura, contenuta nella revisione totale della legge sull'alcool, vada a beneficio della protezione della gioventù e della salute pubblica. Inoltre, a suo avviso, questo provvedimento contribuirà a migliorare la sicurezza nei centri urbani.

La commissione degli Stati ha invece respinto, con 8 voti contro 3, l'idea di introdurre un prezzo minimo per le bevande in funzione del grado alcolico, allineandosi in tal senso al Nazionale. Secondo la maggioranza, questa misura favorirebbe il turismo degli acquisti di alcool a scapito della produzione indigena.

Infine, la commissione ha deciso all'unanimità di mantenere il principio della franchigia di imposta per i superalcolici prodotti dagli agricoltori per uso personale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS