Navigation

Bielorussia: ong, 60'000 in piazza per candidata opposizione

Grande affluenza ieri a Minsk per una manifestazione dell'opposizione. KEYSTONE/AP/Sergei Grits sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 31 luglio 2020 - 09:29
(Keystone-ATS)

Oltre 60'000 persone si sono radunate ieri sera nel Parco dell'Amicizia dei popoli a Minsk per una manifestazione a sostegno di Svetlana Tikhanovskaya, la dissidente che sfida il controverso presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko alle presidenziali del 9 agosto.

Lo sostiene l'ong per la difesa dei diritti umani Vyasna, secondo cui questo è il numero di persone che sono passate attraverso i metal detector all'ingresso del luogo della dimostrazione.

Secondo l'Afp si tratta della più massiccia manifestazione antigovernativa in Bielorussia degli ultimi dieci anni. Tikhanovskaya, 37 anni, è la moglie di Serghiei Tikhanovsky, un oppositore finito in carcere e che non si è potuto candidare. Ieri il governo di Minsk ha accusato lui e un altro dissidente, Mikola Statkevich, di aver agito assieme ai presunti mercenari russi arrestati due giorni fa nella capitale con l'accusa di voler creare "disordini di massa" per "destabilizzare" il Paese.

Durante la manifestazione, Tikhanovskaya ha detto che l'opposizione vuole "elezioni corrette" e non una rivoluzione. "Siamo persone pacifiche e vogliamo cambiamenti pacifici nel nostro Paese", ha affermato la candidata alle presidenziali.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.