Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Nel 2009, le entrate derivanti dall'esportazione di beni e servizi hanno subito una contrazione del 12%. Un calo di tale entità non era più stato osservato dal 1947, il primo anno del calcolo della bilancia annuale delle partite correnti, indica la Banca nazionale svizzera (BNS) nelle statistiche pubblicate oggi.
L'eccedenza dell'interscambio di merci e servizi è passata dai 64,9 miliardi del 2008 a 58,3 miliardi lo scorso anno. Nel quarto trimestre, sulla scia della ripresa economica, si è tuttavia attestata più o meno ai livelli del pari periodo dell'anno precedente (circa 15 miliardi).
Includendo i redditi del lavoro (-13,5 miliardi, invariato), i redditi dei capitali (+14 miliardi, contro -26,4 miliardi nel 2008) e i traferimenti correnti (-14,1, -14), la bilancia svizzera delle partite correnti ha registrato un'eccedenza di 44,7 miliardi di franchi nel 2009, contro 11,1 miliardi l'anno prima.
La bilancia delle partite correnti misura l'interscambio nei settori commerciali, dei servizi e finanziario.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS