Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Lo scorso anno i turisti stranieri hanno speso quasi 16 miliardi di franchi in Svizzera, il 2,7% in più che nel 2013. Al contempo le spese dei viaggiatori elvetici all'estero sono salite del 4,7%, raggiungendo il nuovo record di 15,7 miliardi.

Secondo le prime stime, afferma l'Ufficio federale di statistica (UST) in una nota odierna, la bilancia turistica si attesta a +287 milioni di franchi, in calo rispetto ai +295 milioni dell'anno precedente.

Circa i due terzi delle entrate generate in Svizzera da viaggiatori esteri sono dovute ai soggiorni con pernottamento: tali entrate sono salite dell'1,3% a 10,8 miliardi. L'incremento si spiega con il maggior afflusso di turisti stranieri nel settore alberghiero e paralberghiero. Poiché le spese medie per pernottamento sono leggermente aumentate, ne risulta un incremento delle entrate di tali stabilimenti dello 0,8% a 7,6 miliardi. Gli introiti dei soggiorni di studio e di quelli ospedalieri sono invece aumentati del 2,4% a 3,3 miliardi.

Le entrate del turismo giornaliero e di transito sono progredite in un anno del 7,4% a 2,8 miliardi di franchi, mentre le spese legate ai consumi dei frontalieri e dei titolari di permessi di soggiorno di breve durata (+4,3% a 2,4 miliardi) riflettono un nuovo aumento degli effettivi di tali categorie.

Nel 2014 la congiuntura macroeconomica - tasso di disoccupazione contenuto, franco forte, divario di prezzi rispetto all'estero - ha spinto le spese degli svizzeri all'estero, indipendentemente dal tipo e dal motivo del viaggio. Sono cresciute soprattutto quelle per soggiorni con pernottamento (+6,3% a 11,7 miliardi di franchi), mentre le spese effettuate durante le escursioni di un giorno e il turismo di transito si sono stabilizzate (+0,6% a poco meno di 4 miliardi).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS