Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Johann Schneider-Amman e il primo ministro Joseph Muscat

KEYSTONE/EPA/DOMENIC AQUILINA

(sda-ats)

Malta, che assumerà la presidenza dell'Ue nel primo semestre del 2017, appoggerà la Svizzera nelle trattative bilaterali con Bruxelles. È l'assicurazione ottenuta dal presidente della Confederazione Johann Schneider-Ammann al termine di una visita a La Valletta.

Schneider-Ammann, indica un comunicato del Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca, si è incontrato oggi con il primo ministro Joseph Muscat, mentre ieri era stato ricevuto dalla presidente maltese Marie-Louise Coleiro Preca.

Nel corso dei colloqui ufficiali sono stati discussi le priorità del semestre di presidenza maltese e l'andamento dei colloqui tra Svizzera e Unione europea, in particolare per quanto riguarda l'immigrazione.

A tal proposito il presidente della Confederazione ha rilevato che l'obiettivo del Consiglio federale è di concordare con l'Ue una soluzione circa l'attuazione dell'articolo 121a della Costituzione, che prevede restrizioni alla libera circolazione mediante l'istituzione di contingenti e tetti massimi.

Malta, sottolinea il comunicato, ha chiaramente espresso la sua volontà di contribuire alla ricerca di una soluzione che tenga conto degli interessi di entrambe le parti.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS