Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Bill Gates critica la retorica protezionista protagonista delle elezioni americane. Gli Stati Uniti "sono i maggiori beneficiari della globalizzazione" e risentirebbero di ogni eventuale colpo al commercio internazionale.

In un'intervista al Financial Times, Gates si dice preoccupato anche dalla possibile Brexit. "Non sono un elettore inglese, sta a loro decidere. Ma i benefici dell'appartenenza della Gran Bretagna all'Unione Europea superano a mio avviso i benefici di una sua uscita" afferma Gates, il fondatore di Microsoft.

Gates ritiene che la forza economica degli Stati Uniti è basata su aziende come Boeing e Microsoft, che assumono e spendono miliardi di dollari in ricerca, con la loro attenzione su un mercato fatto di miliardi di persone non sui 330 milioni di americani. "Chi è il vincitore" della globalizzazione? Gli Stati Uniti sono i "maggiori beneficiari".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS