Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un bambino di 10 anni è stato ucciso in un sacrificio umano volto a propiziare la guarigione di un malato in Nepal. Lo riferisce la polizia, che ha arrestato cinque persone accusate del crimine.

La vittima, Jivan Kohar, era scomparsa da tre giorni e il suo corpo è stato ritrovato nelle campagne attorno al villaggio di Kudiya, nel distretto sudorientale di Nawalparasi, al confine con l'India. Il piccolo era stato sgozzato, ha detto il funzionario di polizia Nal Prasad Upadhyaya.

Secondo il giornale "Kathmandu Post" il padre di un uomo malato ha confessato di aver preso parte all'uccisione rituale "per cacciare gli spiriti maligni" da suo figlio, come suggerito da uno sciamano. Il bambino è stato attirato in un luogo isolato con l'offerta di alcuni biscotti e la promessa di un regalo. Poi è stato sacrificato, al termine di un rituale. Oltre l'80 per cento dei nepalesi sono induisti e compiono sacrifici rituali di animali come capre, bufali e galli, per placare gli dei.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS