Navigation

Biodiversità: Svizzera soddisfatta di nuovo organismo internazionale

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 aprile 2012 - 10:23
(Keystone-ATS)

È stata creata una piattaforma intergovernativa di esperti sulla biodiversità che permetterà di colmare le lacune nella conservazione dei differenti ecosistemi del mondo. È quanto ha dichiarato il capo della delegazione svizzera presente ad un incontro che si è tenuto ieri a Panama.

La nuova piattaforma lavorerà "in maniera efficace", ha affermato Andreas Obrecht, dell'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM), rispondendo questa mattina alle domande dell'ats. La conferenza di Panama serviva a risolvere gli ultimi problemi istituzionali concernenti la nuova organizzazione.

Voluta dagli esperti del settore, la "Intergovernmental Platform on Biodiversity and Ecosystem Services" (IPBES) - questo il nome ufficiale - deve servire a raccogliere e analizzare le conoscenze sulla biodiversità al fine di poter fornire ai Paesi le basi scientifiche necessarie alla conduzione della politica internazionale.

Il nuovo organismo, che avrà sede a Bonn (Germania), si basa sul modello del Gruppo di esperti sull'evoluzione del clima (GIEC) dell'Onu. L'idea è stata lanciata sei anni fa a Parigi, ma l'approvazione è arrivata definitivamente nel 2010 in occasione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?