Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MIAMI - E' possibile ormai dare a un fiore un profumo che non ha, o rendere il suo profumo più dolce, manipolando i geni del vegetale. Lo hanno annunciato scienziati americani.
Una equipe di ricercatori dell'Istituto degli Alimenti e delle Scienze agricole dell'Università della Florida ha scoperto i geni delle essenze chimiche che definiscono il profumo di un fiore, aprendo così nuove vie per cambiare o rafforzare i componenti di un aroma.
In più di dieci anni, gli studiosi hanno analizzato i geni di 8.000 petunie. Questo ha permesso loro di scoprire che il gene del profumo dell'olio di rose è lo stesso che dà un gusto gradevole al pomodoro. Manipolando questo gene, i ricercatori hanno creato pomodori con un sapore migliore e rose con un profumo più intenso.
"Da lungo tempo, i coltivatori si sono concentrati sull'aspetto dei fiori, sulle loro dimensioni, il loro colore e la durata della fioritura, ma il profumo è stato ignorato" ha commentato David Clark, professore di orticoltura all'ateneo della Florida.
In futuro, si potrà scegliere fra una quantità di profumi o anche produrre dei fiori senza odore, hanno spiegato i ricercatori, che si sono detti disponibili a commercializzare le loro scoperte.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS