Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Centinaia di curiosi assistono al recupero dei corpi

Keystone/AP/ESTHER HTUSAN

(sda-ats)

Dieci corpi dei 120 passeggeri del volo militare birmano disperso ieri sono stati ritrovati questa mattina in mare dai soccorritori della Marina e da alcuni pescatori locali. Lo ha comunicato l'esercito.

Tra i corpi recuperati figurano quelli di cinque donne, quattro bambini e un uomo.

Secondo la pagina Facebook del capo delle forze armate birmane, l'aereo trasportava 35 soldati, 58 familiari adulti, 15 bambini e 14 membri dell'equipaggio, per un totale di 122 persone.

Il velivolo, un Y-8 di fabbricazione cinese modellato sull'Antonov sovietico, era usato per trasporti periodici di passeggeri e cargo per collegare l'ex capitale Rangoon con le zone più remote del Paese. Secondo diversi siti di aeronautica, la capacità del Y-8 è di circa 90 persone.

I contatti con il velivolo si sono interrotti ieri verso le 13:35 ora locale (le 8:05 in Svizzera) quando si trovava circa 30 chilometri a ovest di Dawei, nel sud della Birmania, sul Mare delle Andamane.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS